voler volare

Voler Volare

Voler volare a volte in una vertigine, in un’idea. Anche il nostro corpo cerca di librarsi in volo ma sempre alla terra e alla sua natura resta legato inesorabilmente.

2013 bronzo, fusione cera persa

 

 

 

 

la danzatrice araba particolare 2

La danzatrice araba

Omaggio alla bellissima “danza” del cavallo di razza Araba che le sue movenze somigliano a un’antica danza orientale

 

 

 

 

Fuga da se stessi particolare 2

Fuga da se stessi

Apparentemente può sembrare una fuga dal nostro aspetto fisico ma ogni giorno corriamo e ci impegniamo nel superare anche ciò che ci opprime; rifiuto e accettazione, negatività e positività, belle e brutte esperienze, la conoscenza e l’ignoranza, il noi e il diverso da noi.
2019 – Bronzo e smalti, fusione cera persa

 

 

 

 

vita vitae

Vite Vitae

Come è nata la mia prima scultura girevole
che ho intitolato “ Vite Vitae”

Mi ero messo in giardino e quel giorno avevo proprio voglia di dare forma a un’idea. In mezz’ombra e appoggiata su un tavolo di marmo avevo messo la mia basetta di legno con ferro verticale ben innestato, immaginando che quello a cui volevo dare forma doveva essere una sembianza umana slanciata o comunque in piedi. Avevo pensato a lungo come poter unire più figure e più scene per spiegare un solo concetto, ma come al solito una parte delle cose che noi facciamo sono dirette da qualche cosa che meravigliosamente solo in quel giorno e solo in quel minuto funzionano. Dire che la costruzione di questa statuetta sia stata veloce non è esatto, ma che in quel giorno io sia arrivato subito al meccanismo tecnico di come poter procedere, questo sì lo avevo risolto senza fatica. Solitamente si sentono parole fantastiche sulla creazione di un’opera artistica; dire che ciò che avviene in quei momenti è un semplice collegamento tra le dita (e ciò che sanno fare) e il cervello (e ciò che sa pensare) sembra sminuire il tutto; ma a me sembra già fantastico così.

VITE VITAE

Una madre con un bambino piccolo trattiene da un braccio una giovinetta protesa verso un uomo, il loro incontro, un atto d’amore e una nuova maternità: è la vita che si perpetua.

2010 – bronzo, fusione cera persa

 

 

 

 

Mia nonna era una bambina particolare 1

Mia nonna era una bambina

E’ un pensiero ingenuo su mia nonna che vedevo sempre un po’ triste andare a messa con la sua borsa nera: anche lei sarà stata una bambina, felice ingenua, spensierata.  

 

 

 

 

il sogno dello scricciolo 1

Il sogno dello scricciolo

Fuori faceva freddo e il mio piccolo Leonardo con la manina sembrava voler nascondersi gli occhi mentre si addormentava sotto la calda coperta;quale forma e quali colori avrà ora il suo sogno?Me lo domandavo, quando improvvisamente uno scricciolo nervoso apparve sul davanzale della finestra, per poi scomparire velocemente infilando a capofitto una siepe ghiacciata. Tutto era chiaro: ecco dove era volato il sogno del mio “scricciolo”.

 

 

 

 

statue fiera 2016 044

La nascita di riso

Trittico di sculture rappresentanti “ La nascita di Riso “

Per la 50° edizione di Fiera del Riso di Isola della Scala

L’idea

Al centro di una grande hall inserita a fronte alla Pila da riso del “1500” ho pensato ad una scena rurale ma allo stesso tempo fantastica nella quale viene rappresentato un seminatore chiamato “Risar” e all’estremo opposto una mondina a simbolo dell’inizio e conclusione del ciclo della risicoltura del tempo passato. Ho immaginato che tra queste due figure vi sia una misteriosa e quasi mitologica statua che ho chiamato “Riso”, metà airone, dalle ali fatte da spighe di riso e metà bambino.

 

L’istallazione

Al di sopra di questo trittico ho pensato di porre una istallazione usando materiali volutamente diversi di percezione più astratta. Volevo creare due piani percettivi e accentuare il “clima” sognante e fantastico. Sono stati usati 18000 bicchieri……….

Per spiegare ad un pubblico più ampio possibile il percorso creativo ho tradotto le motivazioni che mi hanno accompagnato in questa realizzazione in una “fòla” ( favola , racconto ).